Etichette a semaforo, regole e rischi

Il sistema sbarca in Francia

  Martedì, 2 Maggio, 2017 - 10:03

Il sistema delle etichette a semaforo sbarca in Francia e mette a rischio 4,2 miliardi di euro di esportazioni Made in Italy.

Se il Paese transalpino rappresenta il secondo partner commerciale dell'Italia, l'adozione del sistema di etichettatura a semaforo prelude "ad una deriva preoccupante - spiega Coldiretti - rispetto alla quale l’Ue deve ora intervenire".

Il "Nutri-score" francese classifica gli alimenti con cinque colori secondo il loro contenuto di ingredienti "buoni" (fibre, frutta, verdura) o "cattivi" (grassi e zuccheri).

"Il provvedimento francese segue – ricorda la Coldiretti – l’adozione del sistema di informazione visiva, fuorviante discriminatorio ed incompleto, adottato in Gran Bretagna, che finisce per escludere paradossalmente dalla dieta alimenti sani e naturali che da secoli sono presenti sulle tavole per favorire prodotti artificiali di cui in alcuni casi non è nota neanche la ricetta. In questo modo si mette in pericolo l’85% del Made in Italy a denominazione di origine (Dop) che la stessa Unione Europea dovrebbe invece tutelare e valorizzare".

Top Tags

Argomenti più trattati

Il sistema delle etichette a semaforo sbarca in Francia e mette a rischio 4,2 miliardi di euro di esportazioni Made in Italy.

Se il Paese transalpino rappresenta il secondo partner commerciale dell'Italia, l'adozione del sistema di etichettatura a semaforo prelude "ad una deriva preoccupante - spiega Coldiretti - rispetto alla quale l’Ue deve ora intervenire".

Il "Nutri-score" francese classifica gli alimenti con cinque colori secondo il loro contenuto di ingredienti "buoni" (fibre, frutta, verdura) o "cattivi" (grassi e zuccheri).

"Il provvedimento francese segue – ricorda la Coldiretti – l’adozione del sistema di informazione visiva, fuorviante discriminatorio ed incompleto, adottato in Gran Bretagna, che finisce per escludere paradossalmente dalla dieta alimenti sani e naturali che da secoli sono presenti sulle tavole per favorire prodotti artificiali di cui in alcuni casi non è nota neanche la ricetta. In questo modo si mette in pericolo l’85% del Made in Italy a denominazione di origine (Dop) che la stessa Unione Europea dovrebbe invece tutelare e valorizzare".

Tags: 
Etichette a semaforoFranciaGran BretagnaUEMade in ItalyExport
Sottotitolo: 
Il sistema sbarca in Francia

Articoli correlati