7 milioni di italiani in vacanza

La paura terrorismo non ferma le trasferte a breve raggio

  Giovedì, 24 Marzo, 2016 - 10:50

Le notizie internazionali non sono certo rassicuranti ma la volontà di non cedere al terrore si riconferma in occasione delle prossime festività pasquali.

Coldiretti stima che saranno circa sette milioni i connazionali che trascorreranno almeno un giorno di vacanza in Italia o all'estero.

A onor del vero, si riscontra un calo significativo del 20% rispetto all'anno scorso e si trasformano anche gli andamenti che riguardano le mete di destinazione: l'85% dei viaggiatori sceglierà di svagarsi entro i confini nazionali.

“Tra chi viaggia all'estero – precisa Coldiretti – si registra un taglio netto delle destinazioni tradizionali del Nord Africa e soffrono anche le grandi città d'arte. Si avvantaggiano, invece, i centri minori, gli agriturismi e – grazie alle nevicate tardive – le mete montane.”

Senza contare che – secondo l'indagine curata da Coldiretti/Ixè - nel periodo del Giubileo poco più di 2 milioni di italiani hanno rinunciato al viaggio per l'appuntamento religioso a Roma proprio per paura di attentati terroristici.

La durata media della vacanza sarà di 3 o 4 giorni, una pausa di relax connotata da un diffuso interesse per gli aspetti enogastronomici con una spesa stimata per acquisti di souvenir alimentari, pranzi e cene che supera i 350 euro, nel complesso, quasi 2,5 miliardi totali.

La giornata di Pasquetta, infine, riconferma la sua tradizionale vocazione al viaggio breve, da realizzare in giornata, tra scampagnate e musei.

“La ricerca di tranquillità e le preoccupazioni per il clima internazionale – commenta Coldiretti – favoriscono la campagna dove si prevede un forte aumento di presenze in agriturismo.”
Un andamento confermato anche da una recente analisi curata da Agriturist, l'associazione agrituristica di Confagricoltura, che mette in evidenza l'attrattiva esercitata dalle attività “agro-culturali” in tutto il territorio nazionale.

Top Tags

Argomenti più trattati

Le notizie internazionali non sono certo rassicuranti ma la volontà di non cedere al terrore si riconferma in occasione delle prossime festività pasquali.

Coldiretti stima che saranno circa sette milioni i connazionali che trascorreranno almeno un giorno di vacanza in Italia o all'estero.

A onor del vero, si riscontra un calo significativo del 20% rispetto all'anno scorso e si trasformano anche gli andamenti che riguardano le mete di destinazione: l'85% dei viaggiatori sceglierà di svagarsi entro i confini nazionali.

“Tra chi viaggia all'estero – precisa Coldiretti – si registra un taglio netto delle destinazioni tradizionali del Nord Africa e soffrono anche le grandi città d'arte. Si avvantaggiano, invece, i centri minori, gli agriturismi e – grazie alle nevicate tardive – le mete montane.”

Senza contare che – secondo l'indagine curata da Coldiretti/Ixè - nel periodo del Giubileo poco più di 2 milioni di italiani hanno rinunciato al viaggio per l'appuntamento religioso a Roma proprio per paura di attentati terroristici.

La durata media della vacanza sarà di 3 o 4 giorni, una pausa di relax connotata da un diffuso interesse per gli aspetti enogastronomici con una spesa stimata per acquisti di souvenir alimentari, pranzi e cene che supera i 350 euro, nel complesso, quasi 2,5 miliardi totali.

La giornata di Pasquetta, infine, riconferma la sua tradizionale vocazione al viaggio breve, da realizzare in giornata, tra scampagnate e musei.

“La ricerca di tranquillità e le preoccupazioni per il clima internazionale – commenta Coldiretti – favoriscono la campagna dove si prevede un forte aumento di presenze in agriturismo.”
Un andamento confermato anche da una recente analisi curata da Agriturist, l'associazione agrituristica di Confagricoltura, che mette in evidenza l'attrattiva esercitata dalle attività “agro-culturali” in tutto il territorio nazionale.

Tags: 
PasquaVacanzaAgriturismoTerrorismoViaggio
Sottotitolo: 
La paura terrorismo non ferma le trasferte a breve raggio

Articoli correlati